Assicurazione rc per drone: ecco quanto si spende

L’assicurazione rc per drone è un obbligo dal 2014. Dopo tanti anni di vuoto normativo, con l’ufficializzazione del primo regolamento Enac è stato possibile fare chiarezza su un settore in crescita in Italia.

Le linee principali del suddetto regolamento prevedono che l’assicurazione stipulata per il drone abbia un massimale di copertura rispondente ai contenuti della tabella presente nell’articolo 7 del regolamento comunitario numero 785/2004.

Questo implica che, in caso di drone dal peso inferiore a 50 kg, il massimale minimo sia pari a circa 840.000€.

Assicurazione per drone: i pacchetti base

L’assicurazione rc per drone è un prodotto relativamente giovane nel nostro Paese. Le compagnie assicurative si stanno adeguando via via alle normative Enac (tra i nomi più importanti al proposito è possibile ricordare Allianz).

In questo quadro sono comunque presenti diversi pacchetti, che partono da opzioni base per hobbisti. Quanto costano questi contratti? Il prezzo varia a seconda della compagnia, ma raramente supera i 25€ annui.

Assicurazione rc droni: le coperture avanzate

Nonostante il ritardo nell’acquisizione delle linee normative, il mercato italiano sta rispondendo bene, mettendo a disposizione dei possessori di droni pacchetti utili ai fini di una copertura avanzata.

Quanto costa in questo caso l’assicurazione rc per drone? Pure in questa circostanza è difficile fornire una risposta definitiva, anche se è difficile che i pacchetti superino i 40€ annui (ricordiamo che sono spesso privi di franchigia e che prevedono un massimale di 2/3 milioni di euro).

Assicurazione droni per SAPR: ecco cosa sapere

Parlare di assicurazione rc per drone significa considerare l’opzione della copertura dei SAPR (Sistemi Aerei a Pilotaggio Remoto). In questo caso è necessario basarsi su una distinzione di base, ossia quella tra SAPR inoffensivi e SAPR non inoffensivi.

Come cambiano le cose? Dal punto di vista del costo dell’assicurazione non ci sono schemi definiti e la differenza tra i due casi – come dimostra l’esempio delle offerte riservate agli abbonati del magazine Dronezine – è questione di poche decine di euro (in questo caso specifico si parla di 193€ annui per l’assicurazione dei SAPR inoffensivi e di 2588 per quella dei SAPR non inoffensivi).

Assicurare un drone: cosa sapere sulle tipologie di operazioni

L’approfondimento del tema assicurazione rc per drone implica un’attenzione specifica anche a un altro aspetto, ossia quello delle diverse operazioni che si possono effettuare con i velivoli (si tratta di un nodo fondamentale per il costo del pacchetto assicurativo).

Con un drone è possibile effettuare operazioni di natura critica e operazioni di natura non critica. Qual è la differenza? Nel primo caso, come è chiaro dal nome, l’operazione viene effettuata in una zona che, per via dell’affollamento, può essere rischiosa per l’incolumità delle persone.

Il regolamento Enac prevede un limite di utilizzo del drone in un raggio operativo di 500 metri e a un’altezza compresa tra i 70 e i 150 metri (risulta chiara l’impossibilità di impiegare il drone per operazioni di video sorveglianza).

Droni: ecco cosa sapere sulle operazioni non critiche

Proseguiamo nell’approfondimento di un tema essenziale per orientarsi nelle opzioni di assicurazione rc per drone parlando delle caratteristiche delle operazioni non critiche, ossia quelle in cui il drone non costituisce un potenziale rischio per l’integrità di oggetti o edifici e per l’incolumità di persone.

Queste operazioni possono essere effettuate entro 200 metri di raggio operativo e non oltre i 70 di altezza.

Pilotare un drone: assicurazione e preparazione

L’assicurazione rc per drone non è l’unico obbligo a carico dei possessori di velivoli (in caso di possesso di un drone superiore ai 25 è obbligatorio registrarlo). I piloti di droni devono infatti avere alle spalle un preciso percorso di formazione e avere un’età superiore ai 18 anni.

Pilotare un drone implica il possesso di un attestato di volo civile e sportivo e di un certificato attestante la buona salute della persona che manovra il velivolo. Per quanto riguarda i corsi è bene ricordare che il panorama italiano si sta attrezzando per quanto riguarda l’offerta normativa, con numerose realtà attive nel campo che stanno mettendo a punto programmi incentrati in maniera specifica sul pilotaggio dei droni.

Assicurazione rc per drone

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *