Assicurazione drone: costi e normative Ue

L’assicurazione drone è un nodo molto importante del quale tenere conto quando ci si informa sulle regole da seguire se si possiede un aeromobile a pilotaggio remoto (questo il nome tecnico specifico del drone) e lo si utlizza per scopi diversi dall’hobbystica e dall’intrattenimento personale.

droni, che sono sempre più diffusi a livello professionale, sono stati per anni fuori dall’attenzione normativa, ma le cose sono cambiate radicalmente l’anno scorso.

Assicurazione per drone: ecco cosa sapere

L’assicurazione drone è un obbligo per ogni proprietario, questo sulla base dei contenuti del regolamento Enac emanato nell’aprile 2014. I titolari di contratti assicurativi sottoscritti prima della data di emanazione del contratto sono tenuti a stipularne uno nuovo.

A tal proposito è necessario avere le idee chiare sulle tipologie di contratti disponibili e scegliere la compagnia migliore per le proprie esigenze.

Assicurazione drone: i nodi pratici

La sottoscrizione di un contratto di assicurazione drone è una novità assoluta per le compagnie che, per non contravvenire a quanto stabilito dall’ENAC, hanno dovuto inventare una nuova tipologia di polizza, dal momento che i droni sono soggetti a rischi non concepibili per le automobili e gli altri mezzi di trasporto.

Attualmente, vista la diffusione ancora settoriale dei droni, non sono molte le compagnie assicurative che consentono ai clienti di stipulare contratti destinati alla copertura dei danni procurati da questi mezzi.

Assicurazione drone costo: tutte le informazioni

Come appena ricordato, l’assicurazione drone è un prodotto non ancora molto diffuso. Questo da una parte è uno svantaggio dal momento che non ci sono molte alternative di scelta, dall’altra, invece, è utile perché permette di ricavre in poco tempo tutte le informazioni relative al massimale.

A quanto ammonta? Tutto dipende dalle categorie. Ecco cosa dice in merito il regolamento CE, al quale fa riferimento anche quello Enac.

  • Droni appartenenti di peso inferiore a 500 kg: massimale minimo pari a 843.000€.
  • Droni appartenenti alla categoria di peso massima (500.000 kg): massimale minimo pari a 700 milioni di euro.

Assicurazione drone Allianz: ecco cosa sapere

L’assicurazione drone è un campo ancora nuovo per i professionisti italiani. Prima di scegliere la realtà alla quale fare riferimento è necessario riflettere con attenzione e, soprattutto, avere le idee chiare sul regolamento di utilizzo dei droni. In Italia sono ancora poche le compagnie che consentono di stipulare accordi assicurativi per i danni procurati dai droni e tra queste c’è Allianz.

Rivolgendosi alla sede più vicina alla propria abitazione sarà possibile ottenere tutte le informazioni per sottoscrivere la polizza.

Assicurazione drone online: cosa sapere prima di sottoscriverla

Cosa è bene sapere prima di sottoscrivere un’assicurazione drone? Prima di tutto è utile essere a conoscenza del regolamento Enac, che considera l’operato dei droni uguale a quello di un soggetto in grado di assumersi le proprie responsabilità durante le singole operazioni, compresi i processi di fase sperimentale.

Al tema della fase sperimentale è dedicata una parte consistente del regolamento, dove viene specificato che le operazioni di questa natura devono essere portate avanti dal costruttore, con l’obiettivo finale di produrre un manuale di volo.

Assicurazione: cosa dice il regolamento Enac sulla criticità delle operazioni di volo dei droni

Per avere le idee chiare in merito alle caratteristiche dei contratti di assicurazione drone è necessario avere in mente i principali passi del regolamento, dal momento che le compagnie non coprono i danni procurati in situazioni non conformi a quanto specificato nel vademecum Enac.

A tal proposito è bene inquadrare il livello di criticità delle operazioni che, secondo quanto riportato dall’Ente, deve essere valutato non solo sulla base dell’analisi degli scenari di impiego del drone, ma anche considerando i contesti potenzialmente interessati dal passaggio del robot in caso di suo malfunzionamento.

Questi sono solo alcuni degli aspetti fondamentali relativi all’assicurazione dei droni. Importante è ricordare che, per poter usufruire dei vantaggi dell’assicurazione, il drone deve essere certificato.

Il regolamento Enac a tal proposito ha individuato il limite di 25 kg, peso oltre il quale il singolo drone è considerato un prodotto industriale e non un mezzo impiegato artigianalmente spesso dal suo stesso costruttore per scopi diversi da quello professionale.

Assicurazione drone

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *